SCALDAMUSCOLI

In inglese si chiamano legwarmers e in italiano scaldamuscoli, ma lo scopo comune è quello principale di scaldare i muscoli durante un'allenamento sportivo o di movimento. In realtà negli ultimi due-tre anni hanno preso molto piede e ne esistono di svariati modelli. Su Pinterest per esempio ci si può sbizzarrire nell'ammirarli o nel copiare qualche modello.
Ricordo che i miei primi legwarmers me li ero confezionata a tredici o quattordici anni, insieme ad una mia amica con cui condividevo la passione per la maglia.
Li avevo fatti nel colore rosa baby, in un filato mohair, lavorati a maglia rasata, con i bordini a coste sopra e sotto e mi piacevano moltissimo.
Li mettevo quando incontravo le mie amiche ed ero orgogliosa di portare una cosa fatta da me.
Erano i primi lavori. Ora ho ripreso in mano aghi e filato per farne un paio speciale: alla mia piccola per le sue lezioni di danza, che cominceranno presto!
dance
Quando ho scoperto Pinterest, cominciando a sbirciarci dentro, ho trovato un'immagine che mi piaceva molto ed è stata una delle prime "pinnate" da me.Eccola.
Naturalmente ho ritrovato spesso quella foto ed ora, con i miei mezzi ho tentato di "copiarla", così tenera, calda e pacioccosa...
Come vedete il risultato non è eccellente ma la voglia di mostrarvi il mio lavoro ha superato la pazienza, così questi sono i nuovi scaldamuscoli di mia figlia...
Poichè non voleva che le scendessero mentre si muoveva mi ha chiesto di metterle un elastico: io ho preferito farle un cordoncino a uncinetto a cui si può fare un nodo e che li tiene su. Ho cucito sopra anche un fiore con  una perlina al centro: sarà così più facile trovare il sopra, il sotto, il dietro e il davanti.
Il punto che ho usato è molto semplice ma anche molto d'effetto: è una costa alternata al punto grana di riso che regala un effetto morbido e "pieno". L'ho usato spesso per bordi o maglioncini e il risultato è stato sempre interessante.
Vi do le indicazioni per realizzarlo, se vi piace.
Lo lavoriamo su 5 maglie + 1 di vivagno:
1° giro       1 viv. /1 dir. 3 rov. 1 dir. 2 rov./
2° giro       /1 dir. 3 rov. 1 dir. 2 rov./ 1 viv.
3° giro e successivi ripetere sempre lo stesso motivo, moltiplicando all'occorrenza la larghezza dell'elaborato.

Sperando di avervi dato uno spunto per nuovi lavori autunnali o invernali vi rimando alla prossima.
Lara

Commenti

  1. Belli davvero...io nonlavoro a maglia ma danno soddisfazione questi progetti semplici e veloci. Buon lavoro! Vale

    RispondiElimina
  2. Se l'inverno sarà freddo come è stata calda l'estate preparati a farne un'altro paio per il cambio. Bello il punto e il colore.

    RispondiElimina
  3. Il punto mi piace moltissimo, non lo conosco quindi vado a provarlo. Credo che mi farò un paio di questi scaldamuscoli da portare sopra gli stivali per tenere calde le ginocchia.

    RispondiElimina
  4. belli!! molto bello l'effetto costa inglese!
    MGrazia

    RispondiElimina
  5. davvero molto carini i tuoi lavori, anche io è un po di tempo che ho iniziato a fare gli scaldamuscoli per mia figlia però ho preferito una lana piu leggera per avere un effetto più morbido. cmq sono molto carini tutti i tuoi lavori...

    RispondiElimina
  6. Grazie a Monica e a tutte quelle che ci scrivono! Lara

    RispondiElimina

Posta un commento

Pinterest

Pinterest
Curiosa nel mio pinterest

Post più popolari